MARIA Veniaminovna YUDINA

'ho solo due nemici a questo mondo: le briciole e il potere sovietico'
e questo lo diceva pulendo la tovaglia dopo pranzo.

Era una donna, era russa, era una pianista... e che pianista!



qualcuno dice che il disco di questo concerto fosse sul piatto del grammofono di Stalin il giorno della sua morte.
Di fatto la registrazione fu eseguita appositamente per lui nel giro di una nottata. Come ringraziamento  fu spedita all'artista una considerevole somma in denaro, ecco che razza risposta ottenne Stalin da lei:

"Vi ringrazio per la vostra generosa offerta Yossif Vissarionovich. Pregherò per voi giorno e notte perchè il Signore vi perdoni i vostri gravi peccati contro il popolo e la Nazione. Quanto al denaro, ne ho fatto dono alla parrocchia, per i lavori di restauro"

Innumerevoli erano partiti per la Siberia per molto, molto meno....

Musica e mistero infinito, questo era il pane di cui si nutriva Maria Yudina
0 Responses