feste scolastiche

... polvere, bambini che piangono, l'audio in prova tutto il tempo e che si rompe quando deve servire, paghi anche per respirare perché c'è la giusta (?) causa... raccogliere fondi per comprare il superfluo, incontrare persone e parlare di niente... e tu vestita da clown che ti aggiri a fare la scema.
Ci sarebbero tutti i termini per lamentarsi ancora una volta.
Ma non ci sto, il mio tempo non lo perdo, perciò ho deciso che mi diverto!
Fare il pagliaccio è una delle mie passioni, chiamo Carlotta e Virginia e ci impiastricciamo la faccia a dovere. Qualche vestito largo largo, capelli arruffatissimi (avevo la parrucca ma non voglio schiattare dal caldo!), gavettoni, bottiglie d'acqua, pistole a spruzzo... e via che si va!

Una mamma e un papà sono miei colleghi di circo, l'aria è un po' moscia, c'è la musica ma nessuno balla... santo cielo ma non vedete che anche i sassi battono il ritmo?
Ok! Andiamo in giro e facciamo un po' di confusione. La cosa più bella è lo sguardo dei bambini... muti, con gli occhioni che parlano, ti puntano da lontano sperando che tu li noti: 'dai spruzzami maestra sciocca!' 'no, no ho paura...dai!'

Devono arrivare gli attori veri.... passano i minuti e i bambini sono tutti lì, siamo in tre adulti persi... non abbiamo pensato niente di niente, volevamo solo divertirci... ok mi butto: 'il ragnoooo, la moscaaaa, ZA-ZA!'
i bambini davvero si divertono solo se ti diverti tu, stavamo per iniziare la corsa dei cavalli... quella con le siepi e i ponti.... non la sapete??!! è una cosa che dopo ti cala la voce per un mese... ma ecco che arrivano i clown veri... ok finito!
'Però maestra lo facciamo domani a scuola?'
'Ciccio domani è domenica e la scuola è finita...'
'peccato maestra!'
'...si davvero... peccato'...ehi! ma cosa dico??

ciao ciao
0 Responses