Gilbert

anni '70... quando una ragazzetta inizia la scuola media e si crede un'adulta... si gioca un po' a fare l'indipendente pregando in ginocchio mamma e papà per avere due lire per la musica e il 'mangiadischi'. Non arrovellatevi non è un mostro tecnologico contro gli ufo... era il nostro ipod colorato e un po' ingombrante.
Io ero innamorata persa di questo tipo secco secco già in lista per un'operazione alle adenoidi. Vestito da 'Oliver Twist raccontami una barzelletta' che cantava cose da aspirante suicida, Alone again (naturally), oppure motivetti dedicati alle bambine, Clair, che oggi non passerebbero in radio, solo perchè vediamo mostri anche nelle nostre ombre.


A me piacevano tutte le sue canzoni (e anche adesso veramente), ero piccola anche se mi credevo grande grande e già pronta per sposarmelo... ma che razza di gusti avevo?!

Quella che mi piace di più è questa, forse qualcuno la ricorda in versione italiana... con un testo che non ci azzecca un ciffolo, questione di metrica suppongo.

Ladies and gentlemen ecco a voi  Gilbert o'Sullivan!!! (chissà che fine ha fatto anche lui!)


0 Responses