i cieli di Piero

Mattina di Maggio, il cielo di Milano è un regalo, sembra un quadro di Piero. Piero chi?
Piero Della Francesca.
Il mio adorato, prezioso, geometrico e misterioso Piero.
Il cielo tra Umbria  e Toscana, la luce di Piero, l'aria profumatissima. Mancavano solo le onde sinuose delle colline, dove ad ogni curva cambiano i colori, e avrei potuto confondermi con Sansepolcro...ho molta fantasia? No, ho molta nostalgia.
Chi è Piero?
Non lo so!
Piero è l'enigma e la geometria della pittura italiana, Piero è la luce del giorno che accarezza la collina, è l'ombra della notte visitata dal mistero.
Piero sono le Madonne dai gesti contenuti eppure smisurati.
Piero è lo sguardo profondo e distaccato di un angelo che ti conosce ma, discreto, non ti svela.
Piero cammina per le strade del centro Italia e incontra Cristo Risorto che trionfa calmo sul sonno della coscienza umana.
Piero sono i colori della luce prima della luce di Caravaggio.
Oggi Piero è venuto a visitarmi a Milano, e mi ha regalato una mattina di nuvole e cielo tra Urbino e Arezzo.

ciao ciao

0 Responses