desideri: il filo di Arianna

Tanto per essere chiari, la famosa lampada di Aladino a me non basterebbe.
Eppure non è sempre stato così.
Tempo fa, quando ero bambina... perciò ieri... mi ero fatta una promessa 'io non voglio desiderare niente, perchè niente si avvera, è una illusione'.
C'è stato chi non mi ha creduto, e non è difficile capirlo. E' un giuramento terribile, per una bambina poi sembra davvero impossibile nella sua assurda lucidità.
Eppure è vero, potrei ricordare il giorno e l'ora, sicuramente mi ricordo dov'ero.
Non desiderare niente, è matematico, sarebbe peggio che morire, sarebbe come arrestare la vita continuando a camminare, fare cose... solo che non è possibile, è un assurdo, è illogico.
Intanto è una contraddizione: 'desiderio di non desiderare' ridicolo!
Poi è veramente difficile rimanere fedeli al proposito, e questo è un vero gentile imbroglio del Padreterno che ci ha fatti irrimediabilmente dotati di un cuore, che è la vera e incontenibile macchina dei desideri.

Naturalmente c'è una spiegazione per questo insano gesto infantile... ma non la dirò.
Sta di fatto che ad un certo punto, ad un certo misericordioso e violento punto ho capitolato, si è aperto il suolo sotto i miei piedi ed è iniziato a straripare il fiume benefico e vitale dei desideri.
Attenzione, non dico che è una cosa indolore, non parlo dei desideri di Biancaneve (quella di Disney... perchè l'originale mi sembra molto meno romantica), è una continua ginnastica. Ma non capisco perchè nell'era del fitness e del sudore, tuo che paghi fior di quattrini, si faccia così fatica a capire che anche l'animo deve sudare per tenersi in forma!

Allora forza! Lascia sparare in alto il geyser dei tuoi desideri! Ma non lasciarli andare così di botto! Acchiappali e guardali bene, spesso sono come le scatole cinesi, ne apri uno e ne nasconde un altro... per trovare la sorpresa devi arrivare in fondo al gioco... e non è uno scherzo, si trova sempre qualcosa... solo che le dimensioni sono al contrario, più ti addentri e più la scatola diventa grande grande.
Così dentro al desiderio della fanciulla che smania per il suo principe brufoloso c'è il grande desiderio dell'essere amati.
Dentro la rabbia per un litigio può nascondersi il desiderio di giustizia.
E cos'è quella cosa che spinge due amici a discutere sull'ultima partita di calcio, se non il piccolo terminale del grande desiderio di verità?

E poi che ci fai con i tuoi desideri?
Bè... è una considerazione che non invento certo io ma se l'essere umano ha lo stimolo della fame e della sete, mi fa pensare  che esista qualcosa che sfama e che disseta, perchè non può essere così per il desiderio?
Non voglio certo vivere romanticamente per il puro gusto di desiderare!
Non mollare il filo di Arianna, il desiderio ti deve portare al mare della soddisfazione!
SPLASH!!!
0 Responses